Visualizzazioni totali

venerdì 13 marzo 2015

Novità in libreria



Eccomi qui, dopo un mese, di nuovo con la rubrica sulla novità in libreria.
Questa volta è stato particolarmente difficile trattenermi dal comprare qualcuno di questi libri, ma per fortuna il fatto di trovarmi nella Feltrinelli della stazione di Firenze Santa Maria Novella con due valigie stracolme e uno zaino pesantissimo è stato sufficiente a farmi desistere dall’acquisto.
Ciò non toglie che io abbia quanto prima in programma una spedizione in libreria, magari non accompagnata da un bagaglio così ingombrante da rendermi impossibile la deambulazione tra gli scaffali (inutile dirvi che nel tentativo di produrmi in improbabili slalom ho distrutto un paio di ordinatissime pile di libri).



Le novità di oggi lo sono per me in senso assoluto, perché conosco molto o poco o per niente gli autori in questione. Il che aumenta il fattore curiosità e, in modo quasi direttamente proporzionale, la difficoltà di tenere a freno la carta di credito. Ma veniamo ai titoli.

Novità #1
Fulvio Ervas, “Tu non tacere”
Di Fulvio Ervas non ho mai letto niente, ma mi hanno sempre colpito le copertine dei suoi libri. Sono anni che osservo con interesse quella di “Se ti abbraccio non aver paura”, ma per qualche strana ragione non ho mai comprato nè quello nè gli altri testi dell'autore. Poi oggi ho visto il nuovo titolo, e sul sito della casa editrice (l'ottima MarcosyMarcos), ho trovato le seguenti parole: "
Tu non tacere è il romanzo dove interpreta più scopertamente se stesso, al punto che mentre lo scriveva, d’un tratto, tra narrazione e realtà son caduti i confini: il romanzo è entrato nella vita e la vita nel romanzo, con un travaso inaspettato di emozioni e verità."
Mi sto convincendo di dover correre ai ripari quanto prima, e poi come non fidarsi dell'autore di un romanzo dal titolo "Finchè c'è prosecco c'è speranza?" :)
Io sono convinta. 

Novità #2
Marco Missiroli, “Atti osceni in luogo privato”
Altro autore a me del tutto sconosciuto. Anche in questo caso, però, il titolo e la copertina sono abbastanza accattivanti da convincermi Ho fatto anche qualche ricerca e ho scoperto che Missiroli è giovane (34 anni), ma ha già vinto un Premio Campiello Opera Prima per il suo romanzo d'esordio, "Senza coda". In più, mi sembra che recentemente si stia parlando molto di questo suo ultimo romanzo su diversi blog. Insomma, è il caso di mettersi al passo perchè sembra davvero molto interessante!

Novità #3
Luis Sepùlveda, “L’avventurosa storia dell’Uzbeko muto”
E a proposito di titoli che scatenano la curiosità, questo è quello dell’ultimo libro di Sepùlveda. Quando ero alle scuole medie andava di moda far leggere ai ragazzi la sua “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”, dalla quale proprio in quel periodo era stato tratto il cartone animato. Ovviamente non ricordo benissimo cosa avessi pensato del libro, ma penso di aver conservato dentro di me una traccia della sensazione di gioia provata immergendomi nel mondo di Sepulveda. Qualche mese fa, invece, ho letto “Diario di un killer sentimentale”, una storia breve che si legge in una sera ma che ti resta dentro.
Un autore particolare, che vale la pena di continuare ad esplorare. 

E voi? Ne avete già letto qualcuno?

4 commenti:

  1. Posso darti il mio parere solo su Missiroli che ho letto da poco. A me è piaciuto, in alcune parti fa un po' il "gigione" peccando in citazionismo, ma rimane una lettura piacevole. Sepùlveda non lo conosco bene, ne ho anch'io qualche ricordo scolastico. Ervas non lo conosco :(
    Buon weekend, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) Penso che nel weekend proverò a scegliere fra uno dei libri di Ervas, e poi quanto prima voglio leggere Missiroli!

      Elimina
  2. Ciao Rachele!! Ti ho scoperto grazie al linky party di Libri di cristallo e mi sono subito aggiunta ai followers! Ho letto Se ti abbraccio non aver paura qualche anno fa e mi è piaciuto davvero tanto, ora sono curiosa di leggere qualche suo altro romanzo!!
    Sepulveda è un autore speciale, delicatissimo e intenso, di cui ancora devo leggere Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico e Storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza , che ho in ebook!
    ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bei titoli anche quelli di Sepulveda! Grazie :)

      Elimina